Le esche si basano su due aspetti principali: l'odore e la luminescenza. L'odore, o meglio i grassi oleosi si diffondono con la corrente creando una forma di richiamo, fra le esche “odorose” possiamo includere le sardine, i muggini, e tutti gli anellidi che contengono liquidi, la capacità di un'esca di rendersi luminescente è efficace invece soprattutto con mare calmo, quando le correnti non trasportano gli odori, tra le esche luminescenti, le principali sono la seppia ed il calamaro, come i pesci si dividono in predatori e grufolatori, anche le esche sono divise in generiche e specifiche.

Verme molto sanguinolento, lungo, dotato di una testa retrattile, per innescarlo bisogna infilare l'ago nella testa quando questa esce (attenti perché morde), abbastanza resistente, è ottimo nel periodo autunnale e invernale,in alcuni periodi, sembra che le Orate mangino solo l

Abbastanza usata in prossimità delle foci, si utilizza solo viva, ha un'enorme resistenza, anche al lancio, la misura ideale è intorno ai quindici centimetri e si innesca passando l'amo sottopelle a 7 centimetri dalla coda, in modo da evitare al minimo i grovigli,si usano dei L

È la più usata in tutta Italia, soprattutto quando il mare non è molto mosso, s'innesca con l'aiuto dell'ago, bisogna prenderla sempre dalla testa (altrimenti si sminuzza tutta), s'inserisce il verme sull'ago dalla testa, e se è lunga (anche 50 cm) si spezza in due o in tre par

Ottimo soprattutto per Orate e saraghi, con mare poco mosso o mosso. Ha un ottimo potere attirante grazie al liquido che contiene. È da preferire quello di piccole dimensioni.

E' un verme tozzo di colore rosso violaceo multicolore, con screziature color verde metallico che abita nella sabbia del bagnasciuga, potendo raggiungere la lunghezza di una decina di cm, è un'esca delicata, ma semplicissima da trovare in caso di necessità.

E' un'esca ottima soprattutto in primavera con mare poco mosso e soprattutto quando l'acqua del mare non è molto trasparente, infatti il colore bianco delle sue carni è un richiamo in queste situazioni, ottimo soprattutto in Sardegna e Corsica, dove è gradito a tutte le specie

Esca estiva, di recente introduzione, è di colore rosato e si mantiene a temperature superiori ai 25 gradi, come il verme di rimini s'innesca a partire dalla coda.

Non è un'esca molto appetita per il suo odore e sapore, la sua unica caratteristica positiva è la sua eccezionale mobilità, che in certe situazioni lo fanno scambiare facilmente per un'anguilla o per un altro pesce dai predatori, è quasi del tutto inutile se presentato a fondo,

Appetibile da Saraghi e Orate, s'innescano privandole delle valve e nascondendo l'amo nel suo muscolo,oppure si usano degli mosse ingannevoli.

E' un bivalve racchiuso in una grossa conchiglia con all'interno una lingua rossa.

Pagine